Le imprese

Henraux Spa

Premiata con Fedeltà al Lavoro

Anno: 2007 - 2010

Vuoi contribuire con foto, documenti e testimonianze a ricostruire la storia di questa o di altre imprese?

Contattaci
 
La storia

La Henraux nasce nel 1821 quando Marco Borrini di Seravezza divenne proprietario di gran parte degli agri marmiferi dell'Altissimo (luogo già esplorato intomo al 1518 da Michelangelo), costituendo con il francese Jean Baptiste Alexandre Henraux una società per la riapertura e lo sfruttamento di quei giacimenti. Henraux, allora “Soprintendente Regio alla scelta ed acquisto dei marmi bianchi e statuari di Carrara per i monumenti pubblici in Francia”, aveva già intuito il potenziale economico e qualitativo dei marmi di Seravezza.

La società di Henraux e del Borrini incontrò uno straordinario e rapido successo. In poco più di 10 anni il numero delle cave salì da 11 a 132 ed il numero degli addetti da poche dozzine a più di 1600. Alla Società furono affidate prestigiose commesse: nel 1845 lo Zar di Russia ordinò grandi quantitativi di marmo per la Cattedrale di Sant’ Isacco a Sanpietroburgo. Dopo la seconda guerra mondiale l'azienda è impegnata in importanti opere in Italia e all’ estero. Nel 1962 realizza il pavimento di marmi policromi per il sagrato della Basilica di San Pietro in Vaticano. Negli anni 1945-1962 partecipa alla ricostruzione dell'Abbazia di Montecassino, commessa in cui le maestranze dell’Henraux saranno quasi tutte occupate in un grandioso lavoro per la riproduzione di sculture e di elementi architettonici in marmo.

Nel 1956 ha inizio un proficuo e duraturo rapporto con il famoso scultore Henry Moore e fu allora che Erminio Cidonio, amministratore delegato dell'azienda, decise di sviluppare una serie di iniziative volte alla promozione del marmo nella scultura contemporanea. Oltre a proseguire la positiva collaborazione con Moore riuscì a coinvolgere grandi maestri e giovani artisti, che presero a frequentare i laboratori del’Henraux usufruendo dell'esperienza e della professionalità dei suoi artigiani. Tra i nomi più prestigiosi ricordiamo quelli di Jean Hans Harp, Joan Mirò, Vantongerloo, lsamu Noguchi, Antoine Poncet, Emile Gilioli.

 
Immagini
Comunicazione d'impresa
 
Mappa
 
Documentazione