Da Giannetto di Martini Francesco

Giovanni e Domenico Cortopassi, nativi di Torre, acquistarono un cascinale ed un podere nella borgata dell’Acquacalda, borgata antica sorta presso l’ingresso della tenuta di campagna dei conti Fatinelli. Traversata dal condotto pubblico detto “il Fosso”, ebbe già modo di ospitare un mulino ed una cartiera per la lavorazione della cartapaglia. Dopo l’era napoleonica ebbe modo di integrarsi con la rivoluzione industriale accogliendo il nuovo cotonificio Cantoni. È in questo contesto storico evolutivo che Giovanni Cortopassi, nel luglio 1837, fondò un pastificio con annessa vendita al pubblico. Però finì per vendere anche altri prodotti per la cucina, la casa e il cortile.

A quei tempi, non esisteva la TV: le famiglie occupavano le lunghe serate invernali costruendo cesti, sporte, corbelli, scope di stipa e di saggina, ciabatte, zoccoli, posate di legno, secchi e mastelli. Producevano anche sapone e formaggio, poiché a quel tempo quasi tutte le famiglie avevano una vacca. Visto che i soldi erano pochi, tutti questi prodotti erano oggetti di baratto.

Nel 1888 Giovanni Cortopassi morì e, poiché non si era mai sposato, l’azienda passò al nipote Antonio Cortopassi, figlio del fratello Domenico.

Nel 1919, deceduto Antonio, l’azienda passò alla figlia maggiore Annunziata. Nel 1931, deceduta Annunziata, l’azienda passò alle sorelle Modesta e Geny. Nel 1963, deceduta Modesta, la sua quota passò al di lei figlio Aldo Marchini. Nel 1982, deceduta Geny, alla venerabile età di 102 anni, l’azienda passò completamente nelle mani del nipote Aldo. Da notare che nel 1931, alla morte di Annunziata, fu cessata l’attività di pastificio e continuata l’attività di commercio di generi alimentari e articoli vari per la casa, il cortile ed il giardino. Nel 2005, deceduto Aldo, poiché non si era mai sposato, l’attività passò al figlio di sua sorella Maria Felicina, l’attuale titolare Francesco Martini, il quale ha voluto chiamare l’azienda “Da Giannetto” perché il suo trisavolo fondatore Giovanni, piccolo di statura, era soprannominato “Giannetto” ed ancora oggi i vecchi abitanti della zona si rivolgono alla bottega in questi termini: “Vado da Giannetto…”.

 

Premi ricevuti per la Fedeltà al lavoro e al progresso economico: 
2010 Premi speciali

Impresa che vanta un'anzianità minima di 150 anni e che è iscritta nel Registro nazionale delle imprese storiche

1972 Anzianità - più di 30 anni

Impresa storica

Cronistoria: 
  • 1837 - Fondazione del pastificio con vendita al pubblico
  • 1888 - Alla morte di Giovanni Cortopassi l'azienda passa al nipote Antonio
  • 1919 - L'azienda passa alla figlia di Antonio, Annunziata
  • 1931 - Le sorelle Modesta e Geny prendono in mano l'attività
  • 1963 - Aldo Marchini, figlio di Modesta, prosegue la tradizione familiare alla gestione della bottega
  • 2005 - Francesco Martini, nipote di Aldo, prende in gestione l'attività e ancora oggi la conduce

 

Premiazione Camera di Commercio - 1972
Antonio Cortopassi con la moglie Agnese Giurlani e le figlie Annunziata, Modesta, Geny
Aldo Marchini
Geny
Documenti contabili
Settore Economico: 
Commercio
Anno Fondazione: 
1837
Comune: 
Lucca
Documento: 
Indirizzo: 
Via Lucio Papa III, 662 - 55100 Lucca